Qual è la differenza tra investimento e trading?

Esistono due tipi di investitori nel mercato azionario, investitori e trader. I nomi sono spesso considerati simili fra loro e talvolta intercambiabili, molto spesso infatti s presuppone che gli investitori e i trader siano la stessa cosa.

Ma non è così. Ci sono differenze importanti tra i due che analizzeremo proprio nel corso di questo articolo.

Investire e fare trading sono due diversi metodi utilizzati per realizzare un trarre profitto dai mercati finanziari.

Anche se l’investimento e il trading sembrano molto simili per chi è inesperto nel mercato finanziario, in realtà non sono proprio così simili, ecco perché adesso vediamo di capire la differenza tra loro.

Solitamente l’investimento è spesso correlato all’acquisto di azioni e di altri strumenti finanziari che creano rendimenti di lungo termine.

Ci sono investitori che trattengono i loro investimenti anche per anni, come chi investe in oro, argento o indici di borsa, o addirittura particolari titoli azionari.

E’ importante che gli investitori scelgano azioni ad esempio di società che dovrebbero crescere nel lungo termine.

L’obiettivo di un investitore è quello di creare un portafoglio con al suo interno diverse azioni che creino rendimenti con il passare del tempo, per raggiungere la sicurezza finanziaria.

Il trading invece è l’acquisto e la vendita di asset differenti come azioni, materie prime, valute, indici di borsa, criptovalute o altri strumenti nel breve periodo.

Questo consente a chi opera nel trading online di trarre guadagni in minor tempo sia comprando che vendendo un determinato asset.

Diciamo che come tipo di investimento è differente perché per fare trading occorre sempre avere uno sguardo attento fisso sulla volatilità di ogni asset sul quale si decide di investire.

Esistono sicuramente delle buone opportunità di negoziazione e tecniche da applicare per trarre al meglio profitti con il trading, uno di questi strumenti è l’analisi tecnica.

Come avrete capito ci sono delle differenze fra investimento e trading.

La principale differenza tra trading e investimenti è che il trading offre l’opportunità di ottenere profitti da alcune tendenze volatili che si creano nel mercato.

Un trader infatti si concentrerà sul valore di mercato del titolo.

Mentre gli investimenti i profitti e le perdite nel breve termine non vengono considerati, ma si pone lo sguardo solo sul lungo termine.

Un investitore invece è più interessato alle performance finanziarie che alle tendenze momentanee dell’azione.

Ma conviene investire o optare per il trading online?

Sicuramente sempre più persone adesso si stanno orientando verso il trading online perché è accessibile a tutti, soprattutto per quanto riguarda i costi.

Il trading online è un metodo molto popolare per investire su determinati prodotti finanziari. I broker di trading per altro sono online e non occorre recarsi presso nessuna banca per decidere di investire del denaro.

Questi broker offrono delle loro piattaforme di proprietà che sono in grado di fornire molti tipi di strumenti finanziari come le azioni, materie prime, obbligazioni, ETF, indici di borsa, criptovalute e futures.

Di solito quando un investitore voleva investire denaro in azioni doveva recarsi presso una banca e chiedeva di presentare una richiesta per acquistare azioni di una società, per un tot di euro.

Mentre i broker di trading offrono all’utente un prezzo di mercato di un’azione, si stabilisce un importo si decide se confermare o meno l’ordine.

Dopo che l’utente ha confermato l’ordine verrebbe praticamente collocato in borsa.

Quando un utente effettua uno specifico ordine per acquistare un determinato titolo su una piattaforma di trading, il suo ordine viene salvato nel database della piattaforma di trading che ha scelto per fare trading.

Non possiamo negare che le piattaforme online di trading offrono un’esperienza molto più economica per accedere ai mercati finanziaria, questo infatti attira molti trader e investitori.

Il Trading online è una Truffa?

Investire può essere un campo minato sia per esperti che per chi è alle prime armi. Per chi è agli inizi oltre ad apprendere nuovi strumenti finanziari, un nuovo gergo, devono anche stare molto attenti alle molte truffe e truffatori che voglio fregare i principianti. Ma anche chi è esperto deve stare in guardia, anche loro possono diventare vittime di questi truffatori.

Nel 2016 sono stati persi miliardi in tutto il mondo a causa di vari tipi di truffe o frodi e furti di identità. Le frodi colpiscono ogni parte del mondo e si manifestano in molte forme diverse.

Ogni truffa coinvolge persone senza scrupoli che convincono i trader a investire soldi per investimenti che sono rischiosi, fraudolenti o in alcuni casi, addirittura non esistono proprio, i metodi sono diversi.

La principale truffa, sono broker senza scrupoli, non regolamentati, offrono una varietà di truffe ai danni delle persone:

  • Negoziano ingiustamente contro la posizione aperta del cliente, il broker può aspettare che il mercato si muova a favore del broker prima di eseguire l’ordine.
  • Addebitano commissioni di negoziazioni o spread altissimi, addebiti di altri costi nascosti ai clienti per servizi inesistenti o senza valore.
  • Blocco delle piattaforme di trading o sospensione delle negoziazioni durante le ore di mercato intenso. Questo impedisce a un cliente di essere in gradi di annullare un ordine e consente a un broker senza scrupoli di evadere l’ordine a prezzi al di fuori del mercato.

Nonostante i grandi sforzi per contrastare questi broker truffa, il problema è globale, pervasivo e in corso.

Mentre alcuni truffatori pagano multe o cessano, molti passano inosservati o scappano incolumi.

E’ fondamentale che i trader capiscano come individuare ed evitare società fraudolente di intermediazioni online o altre truffe:

  • Sfortunatamente, internet consente a tutti coloro che hanno un sito web di gestire attività come un anonimato totale;
  • Generalmente le truffe avvengono in diverse forme,
  • Promesse di facili guadagni in brevissimo tempo;
  • Offerte di sistemi di trading automatizzati per realizzare profitti garantiti;
  • Bonus di iscrizione troppo buoni per essere veri sotto forma di fondi gratuiti per i nuovi trader.

Una volta che i trader depositano denaro, i broker truffatori hanno diversi modi per rubare i loro soldi.

Alcuni broker negoziano contro gli ordini dei loro clienti e addebitano loro spread e commissioni alte, mentre altri rendono impossibile per i trader prelevare fondi. Altri ancora rubano sfacciatamente fondi dei clienti e poi chiudono la piattaforma o il marchio con un nuovo nome.

Gli investitori dovrebbero prestare attenzione a quanto tempo opera un’impresa di intermediazione.

I trader possono evitare i broker fraudolenti segue le tre R.

  • Regolamento: Bisogna assicurarsi che i proprio broker sia registrato presso un legittimo regolatore finanziario internazionale. Un broker affidabile indica da quale agenzie è regolamentato. Per esempio i più grandi broker come eToro, 24Option.com o XTB oltre ad elencare i regolatori indicano il numero di licenza rilasciato per operare. In Italia puoi visitare il sito della CONSOB, che autorizza i broker ad operare nel territorio Italiano, dove puoi visualizzare i broker autorizzati e i broker non autorizzati o indicati come truffa.
  • Repuutazione: La reputazione, di un broker ti da un’idea generale del broker leggendo varie recensioni online. Se un broker presente numerosi reclami dei clienti in merito a spread, commissioni, non si possono prelevare fondi o sistemi di trading costosi e molto altro dovresti cercare un altro broker. I broker trasparenti e credibili elencano sui propri siti ufficiali premi e riconoscimenti che hanno ricevuto. I trader dovrebbero prestare attenzione al fatto che i premi siano recenti. Controllare da quanto sono sul mercato i broker. Naturalmente anche i broker più rinomati hanno clienti scontenti.
  • Ricerca: I trader possono imparare molte cose su un broker leggendo e effettuando ricerche sul sito web del broker prima di aprire un account. I broker che danno informazioni dettagliate sui requisiti di margine, leva finanziaria, i prodotti offerti per la negoziazione, le dimensioni dei lotti e le piattaforme di negoziazione hanno maggiori probabilità di essere affidabili rispetto ad altre società che offrono informazione molto vaghe o scarse. In particolare i trader dovrebbero cercare informazioni specifiche. Naturalmente, un sito web dettagliato non sostituisce la regolamentazione, ma offre un altro livello di comfort ai trader.

Insomma, basta stare attenti e cercare il proprio broker, non credete a guadagni milionari, non esistono sistemi infallibili per guadagnare molti soldi, e se dovesse mai esistesse un sistema infallibile per fare soldi, di certo non lo vengono a dire a noi.

Controllate il broker, utilizzate il sito della CONSOB, provate la piattaforma con il conto demo, i migliori broker di Trading online offrono il conto demo gratuitamente, conoscerai così non solo la piattaforma, ma anche le funzioni e servizi offerti, lo spread e varie commissioni.

Continueremo a conoscere altre forme di truffe nel trading online nei prossimi articoli.

Con il Trading Online si può guadagnare?

Per investire nel trading online è importante prima studiare e fare molta pratica. Inoltre noi vi consigliamo di prepararvi una strategia di trading che vi permetta di guadagnare in maniera sicura. È bene anche imparare a gestire il rischio.

Prima di investire i propri soldi nel trading online dovete assolutamente studiare gli andamenti dei mercati finanziari, vi potete aiutare con l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale. Studiate tutto ciò che riguarda l’attività di trading online.

Quando si tratta di scegliere il broker online che servirà per mettere in pratica i vostri investimenti, testatelo tramite il Conto Demo. In questo modo, in maniera gratuita, avete modo di capire se la piattaforma fa per voi oppure no. Solitamente i broker online professionali mettono a disposizione il Conto Demo per un periodo di tempo illimitato e per aprirlo non c’è bisogno di effettuare nessun deposito minimo.

Oltretutto potete approfittare del conto demo per esercitarvi nel trading online. Infatti non a caso a utilizzarlo maggiormente sono i trader principianti. Viene utilizzato anche dai trader professionisti che appunto ne usufruiscono per provare la nuova piattaforma o anche per sperimentare nuove strategie di trading.

Anche se avete la fortuna che un professionista vi suggerisca un broker con il quale operare, noi vi consigliamo sempre di provarlo perché non è detto che quella piattaforma risponda al meglio alle vostre esigenze.

Fate assolutamente attenzione a non affidare i vostri soldi a nessuno, accertatevi sempre se si tratta di un professionista affermato. Purtroppo anche nel web potete incappare in qualche truffa. Sono persone senza scrupoli che in particolare cercano investitori principiante che non sanno ancora distinguere cos’è giusto fare e quello che invece è bene evitare.

Tramite internet avete il vantaggio di fare diverse ricerche prima di fare qualunque mossa. Prendete più informazioni possibili, fate domande, non dovete avere fretta. In ballo ci sono i vostri soldi ed è bene che siate prudenti. Come ci viene insegnato dal passato “la prudenza non è mai troppa”.

Ai nostri giorni ci sono diverse società o professionisti privati che organizzano eventi, corsi di formazione e webinar tutti incentrati sul trading online. Anche in questo caso accertatevi che siano organizzati solo da professionisti.

Tornando alle truffe, vi facciamo presente che esistono perfino broker online non regolamentati. Avete però la fortuna di possedere tutti gli strumenti per smascherarli.

Prima di tutto andando sul loro sito “ufficiale” dovete subito cercare le informazioni della società e quindi dovete vedere se possiede le certificazioni rilasciate dagli enti regolatori.

Inoltre noterete che gran parte di questi broker truffa hanno sedi in posti esotici. In particolare creano siti dove vengono inseriti informazioni ingannevoli che mirano naturalmente a raccogliere più iscrizioni possibili per mettere poi in atto la loro truffa.

Quando invece si parla di broker online regolamentati state sicuri che i vostri dati personali e i vostri soldi sono al sicuro. Parliamo di società trasparenti, tutto ciò che riguarda il broker è alla portata di tutti, si ha la possibilità di recuperare ogni tipo di informazione.

Se fate attenzione a tutto quello che vi è stato detto fino ad ora, inizierete già con il piede giusto. Non dovete credere ne a chi dice che il trading online è solo una truffa, ma non dovete credere neanche a chi vi dice che con il trading online si diventa milionari in pochissimo tempo.

Con il trading online si ha la possibilità di ottenere dei buoni profitti, ma serve duro lavoro, costanza, prudenza e capacità. Non esistono i soldi facili, questo lo può dire solo un truffatore.

L’attività di trading online è una forma di investimento speculativo dove si possono ottenere dei guadagni alle volte elevati, ma sicuramente non vi farà diventare ricchi in pochi secondi.

Quando rivolgersi a un servizio Catering a Roma?

Naturalmente quando avete un evento importante da organizzare e da festeggiare.
Vi parliamo di feste, battesimi, matrimoni oppure un un’importante cena che si vuole organizzare nella propria casa. Per non parlare delle aziende, le quali si rivolgono al servizio catering per realizzare i loro eventi.

Perché chiamare un servizio catering? La risposta è molto semplice, perché loro sono in grado di occuparsi di tutto e rendere la tua festa speciale, proprio come tu la desideri.
Non dovrai fare altro che scegliere la location e il cibo che preferisci, del resto poi si occupano tutto loro.

Il servizio di catering si dedica ad esempio alla gastronomia, agli allestimenti e poi se avete dei dubbi e siete indecisi loro sono li per consigliarvi, sul tipo di location o anche quale cibo sarebbe più adatto. La decisione finale spetta poi a voi, loro non resterà altro che organizzare il tutto per l’occasione.

Chi si occupa di Catering a Roma è fortunato perché ogni luogo è perfetto come location. Molte persone anche se non risiedono in questa città comunque la scelgono per realizzare i loro eventi. Anche la cucina romana e del Lazio non è da meno, si possono assaporare eccellenti piatti.

Al giorno d’oggi possiamo dire che sempre più persone incaricano le società di catering per organizzare i loro eventi.

Quelli che ancora non l’anno fatto molto probabilmente è perché hanno il timore che possa venire a costare tanto, in alcuni casi potrebbe essere vero, ma questo dipende dal tipo di evento.
Ognuno si deve muovere in base alle proprie possibilità e cercando sicuramente troverà quella che fa al proprio caso.

Le società di catering permettono agli utenti di fare richiesta di un preventivo gratuito, in questo modo si ha la possibilità di valutarne più di uno e confrontarli tra di loro.

Per quanto riguarda il menù, ad esempio ai clienti prima di scegliere viene data l’opportunità di assaggiare determinati cibi. Invece riguardo ad alcune bevande c’è anche la possibilità di portarle personalmente ad esempio lo spumante. In questo caso la società di catering non si prende la responsabilità sulla qualità dei prodotti serviti.

Noi vi consigliamo di rivolgervi a società che offrono un servizio di catering professionale, che sia in grado di organizzare qualunque tipo di evento, dal matrimonio, ai battesimi, alle comunioni, eventi aziendali, compleanni, feste oppure anniversari speciali.

Fino ad ora abbiamo parlato di Catering dando per scontato che tutti sanno oramai di cosa si tratta. Ma è curioso vedere in dettaglio tutti i suoi aspetti.
Sappiamo che racchiude diverse attività tra le quali l’approvvigionamento come i cibi pronti e le bevande.

Si occupano di organizzare eventi di ogni tipo e in ogni genere di location che possono essere ad esempio le case private, alberghi, mense, dimore storiche e castelli. Visto che si parla anche di strutture molte antiche o comunque di luoghi caratteristici le società si organizzano anche per allestire cucine da campo per preparare il cibo.

La parola catering deriva dall’inglese “to cater” che in italiano è stato tradotto come “offrire i propri servizi”. Nella ristorazione chi offre servizio di catering si occupano appunto di fornire cibo e bevande in posti dove non sono stati cucinati.

Ora è necessario fare un appunto, ovvero oltre al catering c’è il banqueting. In specifico si occupano di tutto quello che riguarda l’organizzazione e in particolare della distribuzione del cibo e delle bevande. Inoltre tra le diverse mansioni hanno quello di trovare la location e tutto ciò che concerne gli adornamenti.
Si possono incaricare di pianificare tutto nei minimi dettagli, logicamente il cliente può chiedere solo qualche suggerimento o affidarsi totalmente.

Oggi il catering è costituita dal banqueting e ciò sta a significare che una volta che ci si rivolge a una società di catering queste si occupano di tutto. Per questo si sente parlare più di catering che di banqueting e il più delle volte vengono utilizzati come sinonimi.

Condominio a Roma cambiare le persiane di casa

Autorizzazioni, materiali, strutture e colori, vediamo cosa serve per cambiare le persiane di casa e se occorre un intervento dell’assemblea.

Se abitate in condominio e volete sostituire le persiane di casa per un maggior isolamento termico o per alleggerirle, dovete rispettare delle esigenza estetiche.

Le regole per cambiare le persiane di casa devono prestare attenzione all’estetica del palazzo. La persiana è composta da diverse lamelle orizzontali che la compongono e prima di cambiarle, sono necessarie le dovute autorizzazioni da parte dell’assemblea del condominio o no?

Ogni condomino è libero di fare ciò che vuole nel proprio appartamento ma non deve modificare il decoro architettonico creando distonia rispetto agli altri appartamenti.

Il decoro architettonico

Parliamo di parti comuni e di estetica del palazzo, dei motivi architettonici e del decoro ornamentale. Si parla di decoro quando un’opera estetica all’appartamento, visibile dall’esterno interrompe una linea armonica facendo perdere l’identità alla palazzina.

L’estetica è un concetto che nel tempo può subire delle variazioni e che comunque deve essere concertata con l’assemblea e deve rispettare un’armonia tenendo ben presente l’oggettività dello stabile.

“L’evoluzione moderna ha portato un concetto statico del condominio a uno dinamico.”

Le persiane

Per la sostituzione delle persiane, per quanto detto precedentemente, va rispettata la misura così come il colore. La modifica del materiale non può essere imposta o vietata dal condominio se il colore è identico alla persiana sostituita.
Ovviamente quando si cambia il materiale è implicito che il colore non può essere identico, quindi esiste anche una certa tolleranza per tonalità diverse (più scure o più chiare).

Colore delle persiane diverso

In questo caso viene leso un decoro architettonico e ciascun condomino ha il diritto di agire autonomamente per ottenere il ripristino della condizione originaria.

Le detrazioni fiscali

La sostituzione delle persiane consente una detrazione del 50%, e del 65% se apportano un miglioramento energetico all’appartamento. In quest’ultimo caso occorre una certificazione sull’effettivo risparmio.

http://www.webcondomini.net/.

Concilio Vaticano II, speranze e illusioni

Il Concilio ecumenico Vaticano II è la riunione di tutti i vescovi del mondo per discutere di argomenti riguardanti la vita della Chiesa cattolica.

Si svolse in quattro sessioni sotto i pontificati di Giovanni XXIII e Paolo VI, dal 1962 al 1965 culminato in quattro Costituzioni, tre Dichiarazioni e nove Decreti.

Annunciato da papa Giovanni XXIII il 25 gennaio 1959, insieme all’annuncio di un sinodo della diocesi di Roma e dell’aggiornamento del Codice di Diritto Canonico:

Uno dei principali compiti del Concilio era una riflessione della Chiesa sia nel rapporto con il mondo sia nella definizione della sua identità e natura.

Nel 1960 venne nominata una commissione preparatoria per definire gli argomenti da trattare durante le sessioni plenarie del Concilio.

Leggi tutto “Concilio Vaticano II, speranze e illusioni”

Comprendere il Concilio Vaticano II

Lanciato da Papa Giovanni XXIII, il Concilio Vaticano II (1962-1965) aggiorna la Dottrina della Fede, al fine di conciliare la Chiesa e il mondo moderno. Cinquanta anni dopo la sua apertura, l’avventura è appena cominciata.

Il 25 gennaio 1959, il nuovo Papa Giovanni XXIII annunciò il suo progetto ai cardinali e vescovi di tutto il mondo.

L’ultimo consiglio, aveva fatto la storia del Vaticano I (1870), ed è stata interrotto in circostanze drammatiche – l’ingresso delle truppe italiane a Roma, dopo aver definito il dogma dell’infallibilità papale. Successivamente, i progetti sviluppati nell’ambito del concilio di Pio XI e Pio XII erano rimasti lettera morta.

Leggi tutto “Comprendere il Concilio Vaticano II”

A proposito del Concilio Vaticano II

Nel 1947, quando ero un prete, non ho mai pensato di ritrovarmi, quindici anni dopo, nel bel mezzo dei 2500 confratelli vescovi di tutto il mondo, a partecipare al Concilio Vaticano II. Non mi aspettavo di vivere quattro anni in una Chiesa in Primavera, una Chiesa ricca di splendidi fiori che volevano solo sbocciare.

Per contro, nel 2012, non ho mai pensato di essere uno dei trentatré vescovi del mondo sopravvissuti al Concilio Vaticano II.

Non ho mai pensato di vivere la primavera e l’autunno della Chiesa.

Leggi tutto “A proposito del Concilio Vaticano II”

Rione Colonna

Il Rione Colonna è stato chiamato dopo la colonna eretta in onore dell’imperatore Marco Aurelio, comunemente chiamato Colonna Antonina. Confina a nord di Campo Marzio e le mura di Roma, ad est su di Trevi, a sud con Pigna e ad ovest su Sant’ Eustachio.

Il simbolo del Rione Colonna è ovviamente la Colonna Antonina. Rione Colonna è composta da due aree molto diverse, una nella piana di Campo Marzio, l’altro in una zona collinare a ridosso delle mura. L’area nella pianura è stata la posizione di numerosi monumenti romani: Tempio di Nettuno in Piazza di Pietra, la già citata Colonna Antonina, Horologium Divi Augusti, una gigantesca meridiana che indicava le ore del giorno e dei giorni dell’anno e una colonna dedicato all’imperatore Antonino Pio. Questi monumenti esistono ancora tutti , almeno in parte.

Leggi tutto “Rione Colonna”

Rione Trevi

Il Rione Trevi prende il nome dalla grande Fontana di Trevi al centro del rione. Comprende il lato occidentale del colle del Quirinale e la pianura tra questa collina e Via del Corso.

Tre spade sono il simbolo del Rione Trevi (Trevi è una corruzione di Trivio, tre strade).
Rovine nel Giardino Colonnese e gli Horti Sallustiani, sono l’unica testimonianza dell’antica Roma in questo rione. Le due statue in Piazza del Quirinale provengono dalla vicina Rione Monti e l’obelisco nella stessa piazza viene dal Mausoleo di Augusto.

Leggi tutto “Rione Trevi”